Comacchio (FE)

ComacchioI recenti scavi a Comacchio e le ricerche archeologiche nella laguna di Venezia stanno definendo la regione Adriatica come una area particolarmente dinamica in termini demografici durante l'Alto Medioevo. Questo dinamismo si esprime al meglio nella forma che assumono i nuovi centri di insediamento con caratteristiche specifiche, principalmente legate al commercio a breve e lunga distanza. Questo fenomeno è fortemente simile alla nascita di luoghi simili lungo la costa del Mare del Nord più o meno nello stesso periodo. Si tratta di un fenomeno molto dibattuto dagli storici e archeologi, che hanno attribuito l'origine di questi nuovi centri specializzati (definiti come empori) come prototipi per le future città mercantili e la rinascita dell'economia medievale.

Gli scavi archeologici si sono svolti in Piazza XX Settembre, intervento effettuato in occasione di un progetto di riqualificazione urbana, il risanamento e il recupero del sagrato del Duomo, e nell'area di Villaggio San Francesco. I risultati ottenuti sono particolarmente significativi e hanno permesso l’acquisizione di importanti dati sull’origine dell’insediamento, sulla fondazione dell’episcopio e sulla vita dell’emporio comacchiese nell’Alto medioevo. Da segnalare il ritrovamento di un impianto di produzione vetraria, databile al VII secolo. I dati archeologici relativi chiesa del primo vescovo si riferiscono alla metà dell'VIII secolo, con lo scavo dell'area cimiteriale. Durante il periodo carolingio la chiesa primitiva viene modificata, e tra la fine del X e l'inizio del XII secolo, di fronte ad essa, viene costruito un nuovo edificio, forse il palazzo vescovile romanico, viste le dimensioni e la qualità dei materiali utilizzati.

Clicca sulle immagini per attivare lo zoom

ComacchioComacchioComacchioComacchioComacchioComacchioComacchioComacchio