TIMOCAIM

R I 11 1; R I 11 2; R I 20 0 (Timochaim); R I 20 2 (Timochaim).

Tonocain, Tunocain F; T(h)onachan, Tunocham L; Timochain, Tumochayn, Timochayn P; Elat, Novochan, Timochain V; Chanochai, Chunonchain, Tenochain VA; Tenichan, Tinochan VB; Tunocain, Tunochayn Z.

BIBLIOGRAFIA – Cardona 1975, p. 747; Le Strange 1966, pp. 352-353; Pelliot 1959-1973, p. 863 n. 369;

Il nome di questo regno di Persia (Tunocain nella versione toscana, TA 32 1) è l’esito della crasi tra i nomi dei suoi due principali centri abitati, Tun e Qāyen (in persiano “Tun-o Qāyen”). Si tratta dell'ampia provincia del Qohestān (ar. Qūhistān), un tempo considerata far parte del Khorāsān e ora costituente la provincia iraniana del Khorāsān meridionale (Khorāsān-e jonubi, Iran). Tun, città attualmente conosciuta con il moderno nome di Ferdows, è situata a circa 80 chilometri a O/NO di Qāyen. Entrambe le località erano note ai geografi arabi per la bellezza degli abitati e i floridi mercati, e la regione per l'abbondanza, la varietà e la qualità della produzione agricola, interamente dipendente da complessi sistemi di regolazione idrica, volti a scongiurare il pericolo della siccità estiva e a regolare le eventuali piene primaverili o autunnali.

[SC]