Dottorando

Florence Ménez

Biografia:

Nel 1999, durante il suo soggiorno in Erasmus a Venezia, presso il Dipartimento di Studi storici, Florence Ménez ha svolto una ricerca sul campo di eco-antropologia sugli miti di comparsa e scomparsa delle alghe in Laguna di Venezia. Dalla tesi “Représentations sociales d’un phénomène invasif : les algues dans la lagune de Venise”, conseguita presso l’UBO, Université de Bretagne Occidentale, sotto la direzione di Sergio Dalla Bernardina, è stato tratto il saggio « La disparition des algues dans la lagune de Venise. Récit mythique et histoire (presque) vraie », pubblicato nella rivista « La ricerca folklorica » n.42, 2000.

Nel 2003, ha conseguita il DEA (Diplôme d’études approfondies, laurea magistrale, II livello) sempre presso l’UBO, con una tesi sulla funzione simbolica delle maree nere in Bretagna, intitolata “La marée noire, spectacle du monde”.

Dal 2009, svolge una ricerca di dottorato in Antropologia sociale e etnologia presso l’Ecole des hautes études en sciences sociales, sotto la direzione di Philippe Descola e Florence Brunois, in cotutela con il dottorato di ricerca in Storia sociale europea dal medioevo all’età contemporanea di Ca’ Foscari, sotto la direzione di Glauco Sanga. L’argomento riguarda le rappresentazioni dell’ordine e del disordine della natura attraverso l’adattamento ai cambiamenti provocati dall’introduzione della vongola filippina nella Laguna di Venezia.

Inoltre dal 2003, è bibliotecaria alla Bibliothèque nationale de France a Parigi, dove si occupa della catalogazione complessiva dei libri di letteratura italiana e del deposito legale dell’internet.

 

Pubblicazioni:

È in corso di lettura presso il GZHZ, Groupe d’histoire des zones humides, l’articolo « Les relations conflictuelles entre pêcheurs et administrateurs autour de la gestion de la palourde des Philippines dans la Lagune de Venise » per una pubblicazione dell’Università di Padova nel 2013.

È in corso di stampa per il Journal of Mediterranean Studies, Special issue, vol. 22 number 1, 2013 un articolo intitolato « L’étrangère peut-elle devenir indigène ? Construction et transmission des discours sur la palourde des Philippines dans la Lagune de Venise ».

È stato pubblicato : « Le spectacle de la marée noire : un regard ambigu sur la transformation du paysage », CTHS, edizione elettronica in « Analyse culturelle du paysage : le paysage comme enjeu, 2012, sous la direction de Sergio Dalla Bernardina ; 135e Congrès national des sociétés historiques et scientifiques, Neuchâtel, 2010.

È in corso di lettura presso l’ISPRA, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, un articolo intitolato « Come una specie alloctona diventa indigena : il processo di integrazione della vongola filippina, dall’elicottero alla tavola dei Veneziani ».

La disparition des algues dans la lagune de Venise : récits mythiques et histoire (presque) vraie, Ricerca Folklorica, n° 42 (ott. 2000).

Di questa tesi è stato estratto un rapporto per il Ministère de l’environnement francese nel 2000.