LA CAMPAGNA DI SCAVO

Primavera 2001

Finanziata da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Collaborazioni: nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco di Venezia.

Estate 2004

Finanziata da: Città di Lignano Sabbiadoro, Fondazione di Venezia.

Collaborazioni: nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco di Trieste e nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Trieste.

Estate 2005

Finanziata da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, La Dragaggi Marghera-Venezia.

Collaborazioni: nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco di Trieste e nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Trieste.

Estate 2006

Finanziata da: Regione Veneto, Casinò di Venezia, La Dragaggi

Collaborazioni: nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco di Trieste e nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Trieste

Estate 2007

Finanziata da Regione Veneto, Regione Friuli Venezia Giulia, Casinò di Venezia.

Collaborazione del nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco di Trieste e del nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Trieste.

Estate 2008

Finanziata da Regione Veneto, Regione Friuli Venezia Giulia, Città di Lignano Sabbiadoro, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Collaborazione del nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Trieste.

RESTAURO DEGLI OGGETTI

Il restauro degli oggetti, recuperati durante la campagna del 2001, è stato finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il restauro e la conservazione del materiale organico proveniente dalle campagne 2004-2007, inverno 2007-2008, è stato finanziato dalla Regione Veneto.

Materiale non organico delle campagne 2004-2007 ed inverno 2008-2009.

Artiglierie recuperate nel 2008.

FINANZIAMENTI

Ogni campagna di scavo necessita di un impegno di spesa che si aggira sui 30.000 euro.

Il restauro dei reperti provenienti da una campagna costa intorno a 10-15.000 euro.

L’organizzazione (Università e Soprintendenza) è alla ricerca di sponsorizzazioni da parte di privati, da affiancare a finanziamenti pubblici, per contribuire ad una parte o a tutte le spese di uno dei singoli.