Ambiti territoriali di ricerca


Regio X

[In alto: principali (ma non i soli) siti degli antichi insediamenti della Regio X - Venetia et Histria, la cui storia e il cui patrimonio epigrafico sono indagati dai ricercatori dell'Univeristà Ca' Foscari Venezia]


Acelum (Asolo)

Nell'ambito del progetto EDR, i coordinatori e collaboratori del Laboratorio epigrafico hanno compiuto il censimento informatizzato del materiale epigrafico in lingua latina pertinente al territorio asolano (schede a cura di E. Causin e F. Luciani, sotto la supervisione di G. Cresci). Lo studio del sito di Acelum da parte del gruppo di ricerca dell'Università Ca' Foscari Venezia rientra peraltro nell'ambito del progetto Venetia tributim discripta. Come ulteriore sviluppo dell’attività di studio e di ricerca è in programma, con l'autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, l'elaborazione dell'aggiornamento completo di tutto il patrimonio epigrafico di Acelum da pubblicare all'interno della collana dei Supplementa Italica.

Ricerche di carattere storico-epigrafico e schedatura informatica nell'ambito del progetto EDR hanno interessato anche le iscrizioni latine provenienti dal sito di Montebelluna (TV), che in età romana rientrava forse nell'ager di Acelum.

Altinum (Altino)

Il ricco patrimonio epigrafico in lingua latina del municipio lagunare (più di 600 iscrizioni) è stato ed è oggetto di approfondimenti tematici e di sistematici studi, specialmente nell’ambito nel corso di periodici convegni. È stato informatizzato (schede EDR a cura di L. Calvelli e degli studenti che hanno partecipato agli stage epigrafici ad Altino e dintorni, sotto la supervisione di L. Calvelli, G. Cresci e F. Luciani). È in corso la pubblicazione integrale delle iscrizioni di Altino nell'ambito della collana dei Supplementa Italica.

[A destra: CIL V 2160 = EDR099160: frammento dell'iscrizione monumentale dell'eques Gavio Aquilone, conservata al Museo Archeologico Nazionale di Altino; foto tratta dall'archivio del Laboratorio di Epigrafia latina]

Bellunum (Belluno) e Feltria (Feltre)

Nell'ambito del progetto EDR, i coordinatori e collaboratori del Laboratorio epigrafico hanno compiuto il censimento informatizzato del materiale epigrafico in lingua latina pertinente al territorio bellunese e feltrino (schede a cura di D. Baldassarra, F. Luciani e S. Nicolini, sotto la supervisione di G. Cresci). Il sito è inoltre oggetto di studio da parte del gruppo di ricerca dell'Università Ca' Foscari Venezia nell'ambito del progetto Venetia tributim discripta. Diversi sono anche gli studi specifici concernenti singole iscrizioni di Bellunum, nonché le collezioni epigrafiche cittadine.

  


Gavius


Iulia Concordia
(Concordia Sagittaria)

Gli studi di Fulviomario Broilo sull'epigrafia latina concordiese sono stati portati avanti attraverso numerose ricerche, tra cui la pubblicazione di inediti, lo studio dell'instrumentum inscriptum, l'analisi delle iscrizioni metriche e l’indagine storico-istituzionale dell’insediamento. Nell'ambito del progetto EDR, l'insegnamento di Epigrafia latina ha compiuto il censimento informatizzato del materiale epigrafico pertinente al territorio concordiese (schede a cura di D. Baldassarra, L. Calvelli, G. Cozzarini e F. Luciani, sotto la supervisione di L. Calvelli e G. Cresci).

  

Opitergium (Oderzo)

Nell'ambito del progetto EDR, i coordinatori e collaboratori del Laboratorio epigrafico hanno compiuto, con l'autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, il censimento informatizzato del materiale epigrafico in lingua latina pertinente al territorio opitergino (schede a cura di L. Calvelli, S. Nicolini e F. Luciani, sotto la supervisione di L. Calvelli e G. Cresci) e ha in programma la futura elaborazione dei Supplementa Italica del sito. Ricerche di carattere storico-epigrafico e schedatura informatica nell'ambito del progetto EDR hanno interessato anche le iscrizioni latine provenienti dal sito di Ceneda (TV) che in età romana rientrava probabilmente nell'ager di Opitergium (schede EDR a cura di L. Calvelli, E. Causin e F. Luciani, sotto la supervisione di G. Cresci).

  

Tarvisium (Treviso)

Nell'ambito del progetto EDR, i coordinatori e collaboratori del Laboratorio epigrafico hanno compiuto il censimento informatizzato del materiale epigrafico in lingua latina pertinente al territorio trevigiano (schede a cura di F. Luciani, sotto la supervisione di G. Cresci). Il sito è peraltro oggetto di studio da parte del gruppo di ricerca dell'Università Ca' Foscari Venezia nell'ambito del progetto Venetia tributim discripta. Inoltre, con l'autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, è stato pubblicato l'aggiornamento completo di tutto il patrimonio epigrafico della città di Tarvisium all'interno della collana dei Supplementa Italica, a cura di F. Boscolo e F. Luciani. È stato infine edito il catalogo di tutte le iscrizioni greche e latine conservate nei Musei Civici di Treviso.

Venezia e la laguna veneta

Seppur prive di insediamenti di rilevante dimensione in epoca classica, Venezia e le isole della laguna circostante si distinguono per la cospicua presenza di iscrizioni antiche, reimpiegate nel corso dei secoli in edifici e infrastrutture di vario tipo (rive, ponti, pozzi). Agli spolia epigrafici si aggiungono le centinaia di reperti iscritti transitati per le raccolte antiquarie veneziane. Le iscrizioni latine interessate dai fenomeni del reimpiego e del collezionismo sono oggetto di studi specifici, che hanno portato inoltre alla loro digitalizzazione secondo gli standard EDR (schede a cura di L. Calvelli e degli studenti che hanno partecipato agli stage epigrafici ad Altino e dintorni, sotto la supervisione di L. Calvelli).


Iscrizione veterano S. Vidal

[CIL V 2162 =EDR099162: stele funeraria di un legionario romano, reimpiegata nel basamento del campanile di San Vidal di Venezia; foto tratta dall'archivio del Laboratorio di Epigrafia latina]