Archivio e materiali

La documentazione raccolta nel Laboratorio di Epigrafia greca è costituita da una ricca varietà di materali:

  • Calco della base dei Tolomei - ThermosL'archivio di 615 calchi cartacei, un unicum nel panorama delle istituzioni analoghe, in particolare italiane. Questo tipo di documentazione può consentire un'esperienza simile alla ricognizione autoptica, laddove essa sia difficile o impossibile (ad esempio nel caso di iscrizioni nel frattempo perdute, danneggiate o divenute illeggibili), costituendo sovente l'unica prova documentaria di letture controverse costantemente verificabili.
  • L'archivio fotografico cartaceo, coperto da copyright e ora completamente digitalizzato, raccoglie circa duemila esemplari ed è suddiviso in due sezioni, l'una relativa alle iscrizioni, l'altra ai siti delle regioni oggetto di studio: Grecia nord-occidentale (si segnalano in particolare le immagini del santuario di Thermos e di Kalydon), Venetia, Messenia, Selinunte. 

I materiali dell'archivio riguardano le seguenti aree del mondo greco:   

  • Labepigr1_2Grecia nord-occidentale: schede epigrafiche autografe e in formato informatico, calchi delle iscrizioni etoliche e acarnane conservate nei Musei di Agrinion, Thyrreion, Thermos, Naupaktos, Patrai e Delfi; calchi delle iscrizioni delle Isole ioniche appartenenti alla Collezione Nani di San Trovaso, ora conservate presso il Lapidario della Villa Contarini-Simes di Piazzola sul Brenta (PD); archivio digitalizzato delle foto, dei negativi, delle diapositive e dei disegni delle iscrizioni; archivio bibliografico della letteratura tematica (storica, archeologica, epigrafica) sull'area. 
  • Venetia: schede epigrafiche delle iscrizioni greche dei Musei di Venezia (Archeologico Nazionale e Seminario Patriarcale), Altino (Archeologico Nazionale), Iulia Concordia (Nazionale Concordiese di Portrogruaro, VE), Piazzola sul Brenta - PD (Lapidario), Adria (Archeologico Nazionale), Padova (Civico), Vicenza (Civico), Treviso (Civico), Belluno (Archeologico), Verona (Lapidario Maffeiano, Archeologico al Teatro romano); calchi delle iscrizioni dei Musei di Venezia (Archeologico Nazionale e Seminario Patriarcale), Altino (Archeologico Nazionale) e Piazzola (Lapidario); archivio digitalizzato delle foto e dei negativi delle iscrizioni; archivio bibliografico della letteratura tematica sulla storia delle collezioni epigrafiche.
  • Messenia: database delle iscrizioni dell'antica Messene (aggiornato al 2006); archivio digitalizzato delle foto delle iscrizioni dell'antica Messene e dei principali siti della regione; archivio bibliografico della letteratura tematica (storica, archeologica, epigrafica) sulla regione.  
  • Sicilia: calchi, foto, disegni delle iscrizioni di Tauromenio; archivio digitalizzato di foto sulla Sicilia occidentale; archivio bibliografico della letteratura tematica (storica, archeologica, epigrafica) su Selinunte.

L'archivio calchi sarà liberamente fruibile on-line attraverso Venice Squeeze Project. Calchi epigrafici online (http://virgo.unive.it/venicepigraphy/squeezes/)